La Bce lancia Cyber Information and Intelligence Sharing Initiative

La Bce lancia Cyber Information and Intelligence Sharing Initiative
Ciisi-Eu, ovvero Cyber Information and Intelligence Sharing Initiative, è il primo concreto progetto che vede le più grandi infrastrutture finanziarie europee, Europol e l’Agenzia europea per la cyber security al lavoro insieme. A promuoverlo la Banca centrale europea (Bce). L’obiettivo è condividere le informazioni sui rischi informatici in modo da tutelare e proteggere i risparmi dei cittadini europei.

Nella nota della Bce si legge che altre finalità di Ciisi-Eu sono lo scambio di informazioni sulle buone pratiche tra le infrastrutture finanziarie e l’accrescimento della consapevolezza sulle minacce informatiche. «Questa è la prima volta che le più grandi infrastrutture finanziarie, Europol e l’Agenzia europea per la cyber security fanno un passo congiunto contro i rischi informatici», ha commentato nella nota Fabio Panetta che da quando è diventato membro del board della Bce ha assunto la guida dell’Euro Cyber Resilience Board (Ecrb) che individua il comitato euro per la resilienza informatica.

«Le minacce informatiche – sottolinea Panetta – rappresentano un grave rischio per la stabilità del sistema finanziario europeo e globale, sono senza confini e le capacità degli aggressori sono in costante evoluzione» e per scongiurare questi rischi «le infrastrutture finanziarie devono partecipare attivamente agli accordi di condivisione delle informazioni e dell’intelligence e collaborare con le parti interessate nell’intero settore».

Gli assalti dei criminali informatici proliferano e riescono a rubare somme sempre ingenti di denaro. Per prevenire gli attacchi dei pirati informatici e proteggere risparmi e asset di imprese e cittadini, la Bce sta mettendo a punto uno specifico quadro di iniziative che saranno rese note a breve.

Stampa   Email

Dallo stesso autore

Articoli correlati